Rifiuti pre e post consumo, un impatto differente

Misurare l’impronta ambientale di un prodotto nel suo intero ciclo di vita è molto importante per le
aziende che si ispirano ai principi dell’economia circolare. Quando si parla di impronta carbonica di
prodotti con contenuto riciclato entrano in gioco solitamente due definizioni: il riciclo di rifiuti pre-
consumo (o PRE-cw, Pre-consumer waste); e il riciclo di rifiuti post-consumo (PCW o Post-
consumer waste).

I primi sono il materiale scartato o non utilizzato e che non raggiunge mai il consumatore finale – ad
esempio, nel nostro mondo i ritagli della produzione della carta. I secondi, invece, sono i materiali
scartati dopo l’uso.

Questa differenza pesa sull’impronta carbonica definitiva di un prodotto, derivante dallo stesso
processo di riciclo a cui è sottoposto il rifiuto per poter essere utilizzato, che nel caso del Post-
consumer waste è un passaggio necessario.

Fedrigoni promuove da sempre un approccio che predilige il riciclo di PRE-cw (rispetto al POST-
cw) non solo per salvaguardare le performance tecniche della carta, ma anche perché il PRE-cw,
essendo materiale riutilizzato mai stato sottoposto ad alcun trattamento di riciclo, non contribuisce
all’impronta carbonica del prodotto.

Approfondiamo il tema in questa Pillola di Sostenibilità.

Le Pillole di Sostenibilità sono redatte dal Sustainability Team di Fedrigoni.

PDFLeggi e scopri di più

Potrebbe interessarti anche
 

Cover

Compensazione di CO2, le strade verso la neutralità carbonica

Per assorbire tutto il carbonio che emettiamo globalmente occorrerebbe riforestare 1,6 miliardi di ettari di terra, equivalenti a 5 volte le dimensioni dell’India. Non abbiamo abbastanza suolo per farlo, quindi per raggiungere la neutralità carbonica entro il 2050, è necessario innanzitutto ridurre le emissioni di CO2 e, in ultimo, compensare quelle incomprimibili (ultimo rapporto di...
Cover

Packaging ed etichette intelligenti: la digitalizzazione a sostegno della sostenibilità

Gli inserti RFID (Radio-Frequency Identification), mix di innovazione tecnologica e sostenibilità, sono un’evoluzione chiave nella digitalizzazione del packaging. La potenzialità della tecnologia RFID è emersa anche alla recente Paris Packaging Week, una delle principali fiere mondiali del packaging di lusso, tenutasi a Parigi il 29 e 30 giugno 2022. Gli analisti del settore prevedono un...
Cover

Science Based Target initiative (SBTi): standard e collaborazione per ridurre le emissioni di CO₂

La “Science Based Targets initiative” (SBTi) è un partenariato promosso dal UN Global compact (UNGC), dal World Resource Institute (WRI), dal CDP (Carbon Disclosure Project) e dal WWF. Nato per dare attuazione all’Accordo di Parigi del 2015, è stato sottoscritto dagli Stati membri in occasione della COP21 (Conferenza delle Parti dell’UNFCCC, la Convenzione quadro delle...