Il bosco che verrà

Crediamo nel sostenere la creazione di spazi verdi in aree urbanizzate vicino ai nostri stabilimenti.

Per questo, al confine tra Caponago – sede di uno degli stabilimenti del Gruppo Fedrigoni nel Nord Italia, in Lombardia – e Pessano con Bornago, in un’area circondata da capannoni, stabilimenti, industrie e superstrade, sta crescendo il nostro primo bosco. Il Bosco Fedrigoni.

15.000

metri quadri

È il terreno che copriremo con il nostro bosco

1.532

alberi

Sono quelli che abbiamo piantato

16

specie autoctone

Divisi tra querce, frassini, aceri campestri, lecci, tassi, olmi

Come assorbire 100 tonnellate di CO2

Il Bosco Fedrigoni nei prossimi 20 anni sarà in grado di assorbire almeno 100 tonnellate di CO2 – equivalenti alle emissioni annuali di 50 automobili – comportandosi come barriera e filtro naturale contro la vicina autostrada.
Un intervento importante per l’ambiente, importante per le persone, importante per noi.

Ci prenderemo cura del nostro bosco per i suoi primi 5 anni di vita

E così faremo per tutti gli altri boschi che pianteremo, che avranno come costante di essere vicini ai nostri stabilimenti, per mantenere forte il legame con le comunità locali, per dare loro spazi verdi che possano fornire ai cittadini aria pulita da agenti inquinanti come PM10 e PM2.5.